Home > La legge del terzo roulette

La legge del terzo roulette

La legge del terzo roulette

Questo sito fa uso di cookie, i cookie introducono una gamma di servizi che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito si ritiene accettato l'uso dei cookie secondo le nostre linee guida. Per maggiori informazioni clicca qui. Quasi nessuno si è soffermato nel cercare di dare una spiegazione matematica a questa legge. Gli editori si dedicarono ad approfondire l'aspetto matematico dei vari sistemi mediante l'utilizzo di calcolatori computer che a quel tempo cominciavano a fare la loro comparsa.

Data l'importanza della legge del terzo per gli studiosi della roulette, con questa esordirono per calcolarne matematicamente la veridicità. Un'esposizione chiara ed efficace che riproponiamo qui di seguito e che sarà di certo utile agli appassionati che non hanno avuto occasione di leggerla. Per effettuarne la dimostrazione matematica, abbiamo ritenuto opportuno limitare i numeri da 1 a 9 la media dei carrè su 36 numeri, se si vuole, come pure i risultati di una ipotetica roulette con solo numeri nel cilindro allo scopo di non ingombrare l'argomentazione con cifre spropositamente alte.

Innanzitutto è necessario determinare quante siano le sequenze di 9 numeri che possono verificarsi in 9 colpi, che sono Queste Ad esempio la serie 1 1 2 3 4 5 6 7 8 è diversa dalla serie 2 3 4 5 6 7 8 1 1 pur avendo gli stessi numeri che la compongono. Cerchiamo ora di definire la costante di ciascuna disposizione o, per dirla tecnicamente tentiamo di definire tuttelle possibili combinazioni. Avendo dimostrato almeno in parte il procedimento possiamo ora elencare per ciascuno dei nostri 30 esempi il numero di casi possibili o probabilità.

Bene, esaminiamo l'esempio numero 1 , esso illustra la possibilità che un solo numero dei 9 considerati appaia consecutivamente 9 volte. Al contrario non è mai esistita e forse mai avremo modo di vedere una permanenza di 37 colpi dove tutti i 37 numeri disponibili siano usciti. Per quanto riguarda i cavalli tale legge è mantenuta certamente più delle terzine ma meno dei numeri pieni. Se prendiamo per esempio i primi 18 numeri della permanenza già esposta,14 17 3 32 16 24 29 23 27 32 20 10 17 30 28 13 23 6, per i cavalli convenzionali tre cavalli per sestina troviamo:.

Se prendiamo i primi 12 numeri, sempre della stessa permanenza, 14 17 3 32 16 24 29 23 27 32 20 10, per le terzine troviamo:. Per ulteriori informazioni visita il mio blog. Area dedicata all'autore specializzato sulla legge del terzo e che ha sviluppato il criterio dei quadrati. In un numero di colpi uguale al numero di combinazioni, un terzo delle combinazioni non sarà uscito. TI stimo, ti ammiro e ti rispetto, ma ultimamente non ti seguo più, perchè i tuoi sistemi sono diventati a mio avviso ultracomplicati, difficili da comprendere e difficilissimi da portare a tappeto. Io penso le la soluzione sia nella semplicità e non nelle complicanze.

Lo schema proposto non corrisponde all'originale del Bockstaele, sia per la struttura con le frecce di nostra creazione sia per i colori dei gruppi. Bockstaele aveva inserito il rosso e il nero, ma questa scelta ha spesso generato confusione nei lettori che li confondevano con i numeri neri e rossi, pertanto abbiamo sostituito i colori; una scelta che non influenza minimamente la logica del sistema. Le figure da 4 Suddividendo i numeri in 4 gruppi da nove identificate con dei colori diversi combiandole tra loro si avranno si avranno figure da 4 ovvero 4x4x4x4. Come illustrato nella tabella qui sotto:. Prendiamo la seguente permanenza 9 - 6 - 13 - 16 - 6 - 8 - 32 - 19 - 28 - 11 - 28 - 15 - 32 - 23 - 35 - 11 - 14 - 27 - 34 - 36 - 34 - 17 - 22 - 12 Che è composta dai seguenti numeri usciti almeno una volta, suddivisi per colore di appartenenza.

La prima operazione è controllare se negli ultimi due colpi sono usciti dei numeri appartenenti a due colori diversi. In questo caso abbiamo il 22 Blu e il 12 Verde e quindi ci sono le condizioni per andare a cercare una figura con 3 o superiori. Altrimenti si risale nella permanenza per vedere se il colpo precedente è di colore diverso. Si stabilisce quale è il range di numeri da giocare la zona vincente , in questo caso scegliendoli tra quelli compresi tra il 13 e il In ogni caso, anche se decine e decine di partite hanno sempre dato i loro utili, si arriva inesorabilmente al punto che la selezione cade in negativa.

Nonostante i pareri sfavorevoli di Alberto grande esperto su questa selezione, ho voluto testardamente proseguire le sperimentazioni che in verità sono sempre state vincenti fin dai primi giorni di Agosto quando lo provavo a tavolino durante le vacanze. Il gioco mi piaceva perché si effettuava una sola puntata per tentativo di chiusura e quindi, se tutto si sviluppava in modo regolare, aveva una buona resistenza contro le negative. Inoltre, una mezza negativa, legata ad altre mezze negative, aumenta lo scoperto e con una Americana Martini, anche se da me modificata, rischi di prolungare il periodo dei recuperi; se alla fine ti riescono. Il gioco è buono, ma se giocato in continuazione alla fine ti presenta il conto.

In questo caso per la chiusura di una partita i colpi giocati sono due e quindi questo, nei casi di negativa, costa il doppio del precedente. Purtroppo se vogliamo una spettanza probabilistica favorevole, dobbiamo pagare la tassa. Comunque anche per un giocatore casuale è difficile perdere molto, basta non intestardirsi in una selezione che va in negativa e smettere fino alla sua chiusura. Se si fa un gioco dove la grande maggioranza delle partite chiudono subito, è inutile insistere su una singola partita.

Ricordiamoci la famosa frase: La massima puntata, se non ricordo male, è stata di 9 pezzi dovuti a un risultato selettivo abbastanza brutto. Comunque, se fossero queste le partite difficili, non ci sarebbe nessun problema per la sua conduzione. Naturalmente la prevedibilità funziona nella maggior parte dei casi, ma prima o poi capita lo sviluppo anomalo proprio come capita in una permanenza continua.

Con questo gioco, come con il precedente, non ho mai perso, ma sono arrivato a una puntata di 17 pezzi. Troppo alta per i miei gusti, anche se le disponibilità economiche dei giocatori professionisti sono di qualche migliaio di pezzi. Per loro la percentuale di risultato vincente alla pari con il banco è troppo bassa, anche se le prove sono state buonissime. Il problema è la scelta della montante.

Le puntate vanno eseguite con ordine fino al raggiungimento di un utile. A quel punto si riparte da capo e si prosegue fino al nuovo utile. Non è male nemmeno questa montante. Dobbiamo solo decidere quale usare. In ogni caso è la selezione che conta perché se questa funziona, qualsiasi montante è valida. Sono passati sei giorni e ho trovato una modifica al terzo gioco. Il gioco è da affinare perché non so se affrontarlo nella naturale sortita dei colpi o scegliere delle partenze ottimali che potrebbero limitare i già pochi colpi perdenti.

Monologo del replicante. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia È tempo di morire All those moments will be lost in time, like tears in rain. Time to die. Il P ha una frequenza inferiore al B e il B, che ha una frequenza superiore, proprio per questo paga una tassa. Il fatto poi che le puntate del gioco riguardano sia puntate a Punto, sia puntate a Banco, dovrebbe agevolare un movimento finanziario il cui risultato finale dovrebbe essere pari a un gioco senza tassa. Il pezzo nominale non tiene conto della tassa su B: E allora, cosa me ne importa di pagare la tassa???

Ma che cavolo di spauracchio è questo??? Oppure potrebbe essere che gli usuali giocatori, puntando solo a B, arrivano a cifre di puntata talmente alte che la tassa si rimangia gran parte delle vincite precedenti. Non credo che i motivi siano diversi. In pratica vi è una forte tendenza nei risultati vincenti dovuti alla potenza della selezione. Infatti, se il croupier potesse scegliere le carte o i numeri da estrarre, potrebbe far sortire carte o numeri sempre perdenti per il giocatore.

La massima puntata era stata di 40 4 pezzi a P e 40 4 pezzi a B utilizzando una montante Americana Martini ridotta. Poi, il bello di questo gioco è che le puntate sono quasi sempre basse e quindi il giocatore ne guadagna in salute, oltre che in finanza. Questi sono i pezzi vinti nelle 15 sessioni che ho simulato durante le vacanze e che erano composte da taglie secondo i casi: Poi ho stabilito che una taglia doveva rendere 4 pezzi e quindi le rese sono multipli di 4. Sapete come gli Americani definiscono noi Italiani ricercatori di sistemi?

Quando affrontiamo un gioco il cui esito dipende da un disegno formato dalla Legge del terzo, dobbiamo creare uno schema dove inserire i numeri, o le Chances, di una permanenza e questo schema deve avere una capienza tale da contenere una quantità di simboli rappresentativi dei numeri o delle altre Chances Multiple o Figure delle Semplici pari alla quantità degli elementi contenuti nella Chance che si utilizza. Si costruiscono quindi schemi diversi secondo si pratichi il gioco su Pieni, Cavalli, Terzine, Sestine o Figure delle Chances Semplici. Questi schemi devono contenere tante " posizioni " quanti sono gli " elementi " che compongono la Chance utilizzata per il gioco e ogni numero che esce dalla roulette andrà a occupare la propria posizione all'interno dello schema.

Questo inserimento della permanenza tramutata se occorre in multiple come Cavalli, Terzine, Sestine o Figure avrà la durata di un ciclo logico della Chance giocata , dopo di che lo schema si sarà completato e il disegno statistico si sarà formato. Lo schema quindi si completa con l'inserimento di un determinato segmento di permanenza chiamato " ciclo logico " perchè è formato di tanti spin quanti sono gli elementi della Chance su cui si gioca.

Vediamo le caratteristiche dei due cicli. Il ciclo logico è una permanenza di tanti termini quanti sono gli elementi che compongono una Chance. Per la Chance multipla dei Pieni il ciclo logico è una permanenza che comprende 37 spin. Per i Cavalli è una permanenza che comprende 18 spin. Per le Terzine 12 e per le Sestine 6. In pratica il ciclo logico offre alla roulette la possibilità di far sortire tutti gli elementi contenuti nella Chance su cui si gioca, mentre la Legge del terzo condiziona queste sortite producendo, alla fine del ciclo, la nota proporzione fra Chances sortite due terzi e mancanti un terzo.

Numeri Pieni: Per le Chances Semplici il ciclo logico ha un senso se sono rilevate in Figura che sia composta di almeno tre termini. Naturalmente questa è una tendenza le cui variazioni statistiche in più o in meno dalla giusta proporzione sono inversamente proporzionali alla grandezza della Chance. Una tendenza che si perfeziona con l'aumentare del numero delle prove.

Il ciclo assoluto è sempre una permanenza di 36 spin , anche se le Chances giocate contengono un numero di elementi inferiore a Lo zero è escluso dal conteggio perchè non rientra nella simmetria degli schemi. Per i Numeri Pieni i due cicli sono uguali perchè gli elementi della Chance coincidono con la permanenza di 36 spin. Per Cavalli, Terzine o Sestine, non c'è uguaglianza fra gli elementi delle Chances e i 36 spin escluso lo zero del ciclo assoluto e quindi bisogna procedere a una " moltiplicazione di eventi " al fine di eguagliare il tutto.

Ecco che per un ciclo assoluto sui Cavalli occorre uno schema contenente due cicli logici di 18 spin Per le Terzine uno schema contenente tre cicli logici di 12 spin 36 e per le Sestine uno schema di 6 cicli logici di 6 spin In questi casi si dovranno costruire degli schemi che contengono due volte i Cavalli, tre volte le Terzine e sei volte le Sestine perchè il ciclo assoluto dev'essere sempre di 36 spin.

Il motivo di questa analogia fra ciclo logico sui Pieni e ciclo assoluto sulle altre Chances Multiple è facilmente intuibile. Con il ciclo logico sui Pieni diamo la possibilità alla pallina di visitare tutte le caselle disponibili vedi Legge del terzo mentre con il ciclo assoluto diamo la possibilità alla Chance giocata diversa dai pieni di compensare eventuali anomalie dei singoli cicli logici con una " moltiplicazione di eventi ".

Per esempio, in un complessivo di 6 cicli logici di Sestine ci saranno cicli logici con Sestine in allargamento e cicli logici con Sestine in calore. Questo è uno dei tanti Metodi che stiamo monitorando e cerchiamo tra di voi qualcuno che potrebbe essere interessato a testarlo ulteriormente, per contribuire a convalidarne l'attendibilità con lo spirito della condivisione. Vi ricordo che potete contattarci per scambi di opinione al nostro indirizzo email: Pubblicato da Roulette Vincente a Celo 16 giugno Raimondo 19 giugno Celo 19 giugno Anonimo 25 marzo Consuelo Alexander 26 marzo Anonimo 25 gennaio Consuelo Alexander 27 gennaio Andrea Florio 25 gennaio

Roulette Vincente: Legge del Terzo: valide applicazioni

La legge del terzo è una di quelle “certezze” matematiche della roulette che si applica dandola per scontata o cercando di dimostrarla empiricamente in un. Nel precedente post ho accennato alla Legge del terzo che, se applicata bene e nei dovuti modi, da senz'altro molte soddisfazioni. Ho detto che basta aspettare. L'applicazione di un Metodo/Sistema basato sulla Legge del Terzo è sempre stato oggetto di scontro tra matematici e statistici. I matematici a. ROULETTE ONLINE CATALOG 4 In breve la legge del terzo dichiara che in una rotazione completa, per esempio di 37 numeri, su 37 boules uscite 1/3. Possiamo ritenere la legge del terzo come una tendenza fondamentale e Per quanto riguarda la roulette, solo eccezionalmente essa può variare dai suoi. Le sue osservazioni e riflessioni sulla dinamica dei numeri della roulette gioco chiamato appunto il sistema sulla legge del terzo di Bockstaele, che prevede. Ho visto in rete una dimostrazione della legge del terzo secondo le seguenti linee: . (c) qui la critica più ovvia è che per la Roulette i numeri precedenti non.

Toplists