Home > Personaggi di troy

Personaggi di troy

Personaggi di troy

Achille Brad Pitt. Ettore Eric Bana. Paride Orlando Bloom. Elena Diane Kruger. Che è il massimo che mi potevo aspettare, viste le premesse…. Grazie mille a Petersen il regista. Promemoria per Fabrizio e per i miei amici critici: In questo periodo leggevo di un film che non ricordo che uscirà negli Stati Uniti in flip-disk, ossia con due lati diversi: Ad esempio, Il Signore degli Anelli al cinema lascia delle domande senza risposta, e io trovo inamissibile che uno debba andarsi a guardare il dvd per sapere che fine ha fatto Saruman, ad esempio…. Un caso curioso è quello del primo Alien: Solo che nel dvd viene detto che sono state tagliate perché non funzionavano, perché rallentavano il ritmo, perché distraevano dalla storia principale, perché contrastavano con la costruzione dei personaggi… Insomma: Poi, quando è uscito nei cinema tutto intero ci hanno detto che era migliore con le scene che avevano tolto perché non gli piacevano….

Nel secondo caso si tratterebbe, come dice Alberto, di una presa in giro innanzi tutto, ma anche di un clamoroso menefreghismo nei confronti della connotazione artistica del prodotto che si realizza. Basta vendere, insomma. E se per vendere di più mi tocca imbruttire il film, pazienza. In effetti hai ragione Fabrizio, ma le scene aggiunte possono anche abbellire il film vedi apocalypse now redux. Comunque rimanendo su TROY, devo dire che gli effetti speciali sono abbastanza avanzati, infatti negli extra, hanno detto che per la scena delle navi, solo tre erano vere, le altre tutte computerizzate, idem per i combattenti che si sfidano fino alla morte sotto le mura della città, e le coreografie di Eric Bana che fa già meno pena che su HULK e Brad Pitt, nel loro epico duello sono grandiose, ma la colonna sonora di quella scena non è affatto composta da James Horner, se notate è lo stesso brano che scorre durante i titoli di testa di IL PIANETA DELLE SCIMMIE di Tim Burton, anche se è stata di effetto per quella scena di combattimento, anche se ogni volta che la sento mi ricorda la sigla di Spongebob.

Forse Wolfgang Petersen voleva evitare sequenze splatter per non allontanarsi troppo dalla violenza complessiva del film. I troiani nel frattempo decidono di contrattaccare i greci per cacciarli via anche dalla spiaggia, affinché se ne liberino una volta per tutte. La battaglia inizia con il lancio di frecce incendiarie sulle dune della spiaggia: Ettore ordina di attaccare e i troiani irrompono, Ulisse guida la resistenza con i suoi Itacesi.

Durante la battaglia, lo spirito dei greci viene rinfrancato dalla vista di Achille, finalmente ritornato a combattere con indosso la sua armatura. Ettore uccide alcuni achei; Achille fa scempio di molti compagni del principe troiano fino a che Ettore, dopo un rapido duello, gli taglia la gola con la spada. Achille cade a terra, e mentre tutti restano stupiti della facilità con cui il Piè Veloce è morto, Ettore procede col toglierli l'elmo, ma scopre con stupore che non si tratta dell'eroe acheo. Infatti era Patroclo, il cugino di Achille che fino a quel momento aveva avuto il diniego del parente di prendere le armi. Ma dato che le sorti dei greci erano tragiche, Patroclo aveva deciso di disobbedire al cugino indossando le sue armi per infondere coraggio tra i Mirmidoni.

Dopo avergli dato il colpo di grazia per non farlo soffrire, Ettore e Ulisse ordinano di sospendere la battaglia. Ulisse rivela a Ettore che il ragazzo ucciso è Patroclo il cugino di Achille: La sera, Ettore da un ultimo abbraccio al figlioletto Astianatte e alla moglie Andromaca Saffron Burrows , alla quale indica una via di fuga sicura, in caso Troia cadesse. Achille, furibondo, arriva sotto le mura di Troia, urlando a Ettore di venire fuori.

Il principe potrebbe non sfidare Achille, ma decide per onore e orgoglio di affrontarlo. Ne segue uno scontro tremendo in cui entrambi i guerrieri danno sfoggio della loro grandissima abilità di combattenti ma Achille, come risaputo, è invincibile e pare impossibile anche solo da ferire. Infatti dopo diversi colpi Ettore è ormai sfinito mentre Achille non mostra nessun cenno di stanchezza e continua a colpire, finché poco dopo l'eroe troiano viene ucciso. Achille, ancora fuori di sé per il dolore della perdita del cugino, lo lega per i piedi dietro al suo carro e lo trascina nella polvere al piccolo trotto sotto gli occhi addolorati del padre, della madre Ecuba e di tutto il suo popolo.

Il corpo straziato di Ettore viene portato nel campo greco, dinanzi alla tenda del giovane guerriero acheo. Durante la notte nella tenda di Achille arriva il re Priamo, che, baciandogli le mani, gli supplica di ridargli il figlio morto perché possa dargli esequie adatte. Commosso dal coraggio e dalle suppliche del re e soprattutto dal caro ricordo del padre Peleo che Priamo gli infonde dolcemente nella mente, il Pelide acconsente di restituire il corpo.

Mentre è concentrato nell'opera, il soldato sussurra in lacrime al cadavere:. Dopo aver consegnato il corpo a Priamo, il re concede 12 giorni di onoranze funebri durante i quali l'esercito acheo non avrebbe attaccato Troia. Poco dopo decide di far rientrare Briseide nella città in quanto il loro destino è già segnato. A questo punto Achille ordina ai soldati di rientrare a casa. Il fido alleato Eudoro gli chiede perché non rientra con loro, e l'eroe risponde che lui ha la sua guerra da terminare Intanto, mentre vede un soldato che intaglia un piccolo cavallo di legno destinato al proprio figlio, a Ulisse viene un'idea.

Dopo 12 giorni la spiaggia antistante Troia è deserta, tranne che per alcuni greci apparentemente morti di peste e per un enorme cavallo di legno. I troiani sostengono che gli appestati siano morti per aver dissacrato Apollo e che il cavallo sia un'offerta dei greci a Poseidone per propiziarsi un ritorno sicuro a casa. I troiani, nonostante il parere contrario di Paride, lo portano dentro le mura, ignari che si tratta di una trappola in quanto nel cavallo sono nascosti alcuni soldati greci; la flotta, invece, non è andata via ma si è nascosta in un'insenatura.

Un cavaliere troiano la vede e, capito l'inganno, vorrebbe dare l'allarme ma viene colpito a morte da tre frecce. Durante la notte, i greci escono dal cavallo, attaccano le sentinelle ed aprono la porta ai soldati sbarcati nel frattempo: Troia viene data alle fiamme. Mentre è concentrato nell'opera di avvolgere in coperte il corpo martoriato di Ettore affinché Priamo non soffra a vederne le condizioni, il soldato sussurra in lacrime al cadavere:. Dopo aver consegnato il corpo a Priamo, Achille concede 12 giorni di onoranze funebri durante i quali, garantisce, l'esercito acheo non attaccherà Troia.

Poco dopo decide di far rientrare Briseide in città con lo zio, in quanto il suo destino è già segnato. A questo punto il Pelide ordina ai soldati di rientrare a casa. Il fido alleato Eudoro gli chiede perché non rientra con loro, e l'eroe risponde che lui ha la sua guerra da terminare: Intanto, mentre vede un soldato che intaglia un piccolo cavallo di legno destinato al proprio figlio, Ulisse ha un'idea. Dopo 12 giorni la spiaggia antistante Troia è deserta, tranne che per alcuni greci apparentemente morti di peste e per un enorme cavallo di legno. I troiani sostengono che gli appestati siano morti per aver dissacrato Apollo e che il cavallo sia un'offerta dei greci a Poseidone per propiziarsi un ritorno sicuro a casa.

I troiani, nonostante le obiezioni di Paride e di molti nobili, lo portano dentro le mura, ignari che si tratta di una trappola in quanto nel cavallo sono nascosti alcuni soldati greci; la flotta, invece, non è andata via ma si è nascosta in un'insenatura. Un cavaliere troiano la vede e, capito l'inganno, vorrebbe dare l'allarme ma viene freddato da tre frecce.

Durante la notte, i greci escono dal cavallo, uccidono le sentinelle e aprono il portone ai soldati sbarcati nel frattempo: Troia viene data alle fiamme. Achille ha una sola missione, cioè salvare la sua amata Briseide. Infatti corre per la città in fiamme, alla ricerca della ragazza. Nell'infuriare della battaglia, i troiani, alimentati dall'alcool e dalla disperazione lottano ferocemente, combattono strada per strada ma ormai è troppo tardi. Ulisse uccide il capo delle guardie di palazzo Glauco, il vecchio Priamo viene trafitto a tradimento da una lancia dall'arrogante e superbo Agamennone, mentre alcuni troiani tra cui Elena e Andromaca scappano attraverso il passaggio segreto, che conduce al monte Ida, al sicuro dalla pianura troiana saccheggiata.

A uno di loro, il giovane Enea , viene data la spada dei re di Troia, usata senza successo da Paride contro Menelao, con il compito di ricostruire la loro patria perduta. Purtroppo Briseide viene trovata prima da Agamennone, che vuole portarla con lui a Micene e renderla sua schiava, ma con grande coraggio lei lo uccide, pugnalandolo al collo con un coltello nascosto nella manica.

Due greci, osservata la scena, intervengono ma prima che possano ucciderla interviene Achille che sgozza il primo e trafigge al petto il secondo, liberandola. Mentre i due amanti sono di nuovo insieme, Paride, pensando di vedere la cugina in pericolo e spinto dalla volontà di vendicare Ettore, afferra una freccia, la tende nell'arco, e la scaglia contro Achille colpendolo al tallone sinistro. Achille urla di dolore e si dirige furibondo verso Paride: Achille, moribondo, levandosi tali frecce, saluta la sua amata in lacrime tra le sue braccia dicendole che grazie a lei ha trovato la pace e la liberazione da una vita di guerra.

In seguito arrivano alcuni soldati greci che, alla vista dell'invincibile Achille a terra morto, e con quell'unica freccia rimastagli infilzata nel tallone, restano sorpresi che qualcuno sia riuscito veramente a ucciderlo. Troia è caduta come colonia greca del nuovo re di Micene, e il mattino dopo, un'alta pira viene eretta in una delle piazze incenerite di Troia, stavolta per Achille, con Ulisse meditabondo che prepara il suo corpo per la cremazione e gli sussurra un'ultima frase:. Mentre il fuoco brucia il cadavere di Achille, si sente ancora una volta la voce di Ulisse che torna con gli altri greci in patria e che dice:. Gli uomini sorgono e cadono come grano invernale, ma questi nomi non periranno mai.

Si dica che ho vissuto al tempo di Ettore , domatore di cavalli. Si dica che ho vissuto al tempo di Achille. Le riprese sono incominciate ufficialmente il 22 aprile e sono terminate nel novembre dello stesso anno. Le scene in esterni sono state girate a Malta e in Messico. I set interni invece, sono stati girati nel Regno Unito negli Shepperton Studios. II budget del film fu di Il film è stato distribuito in DVD dalla Warner Bros sul mercato italiano a dicembre , disponibile sia in edizione a disco singolo sia a disco doppio. L'"Iliade" di Omero: Epica classica.

Vedi tutti. Internet e informatica. Economia e business. Arti e tecniche. Psicologia e psicoanalisi. I saggi di Encyclomedia. Letteratura contemporanea.

Personaggi Iliade: caratteristiche, nomi e descrizione - Studentville

zate a fare bottino (cui peraltro il Menelao di Troy sembrerebbe alludere in una delle prime scene del .. Due personaggi rivisitati: Paride e Patroclo. Accanto ad . Il cast della serie tv Troy: Fall Of A City () con i personaggi e protagonisti: regista, attori, sceneggiatori e tutto il cast tecnico. Troy è un film di Wolfgang Petersen del con Brad Pitt nel ruolo di Achille, Eric da Agamennone e l'esercito della Tessaglia guidato da Triopa (Julian Glover), tra il giovane principe Paride ed Elena (Diane Kruger), moglie di Menelao. il cugino di Achille, Patroclo (Garrett Hedlund), narrandogli delle meraviglie e. Il cast del film Troy () con i personaggi e protagonisti: regista, attori, sceneggiatori e tutto il cast tecnico. Sin dal Proemio si evince l'importanza di questo personaggio e della sua "ira", nata dalla Menelao: re di Sparta, marito di Elena e fratello di Agamennone. Patroclo: amico di Achille (secondo alcuni l'amante), mostra un carattere pieno di . Menelao: re di Sparta, marito di Elena e fratello di Agamennone. Patroclo: amico di Achille, dal carattere gentile in netto contrasto con i. Enrico Di Troia: Lisandro; Enzo Avolio: Eudoro; Glauco Onorato: Triopa; Davide Perino: Enea. Troy è un film colossal epico del diretto da Wolfgang Petersen, liberamente basato sul poema Iliade di Omero. Narra il rapimento di Elena, la guerra di Troia e soprattutto il mito di Achille. .. I personaggi di Agamennone e Menelao sono totalmente differenti nel film.

Toplists